Vademecum elezioni consiglio dell'ordine 2016

21/08/2016

Caro Collega, come noto dal 26 agosto p.v. si terranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine sulla base del DPR 8/07/2005 n. 169 - “Regolamento per il riordino del sistema elettorale e della composizione degli organi degli ordini professionali”.

 

Nel rispetto della disciplina vigente, con il presente “vademecum” s’intende fornire il miglior ausilio al corretto svolgimento della tornata elettorale.

 

Il seggio elettorale, ubicato presso la sede dell’Ordine in P.zza o. Ricci n.1, sarà aperto  in prima votazione, dal 26/08/2016 al 27/08/2016 dalle 10:00 alle 18:00;  

 

in seconda votazione, sempre dalle 10:00 alle 18:00, per i quattro giorni feriali immediatamente consecutivi (29, 30, 31 agosto e 1' settembre);

 

in terza votazione, sempre dalle 10:00 alle 18:00, per i cinque giorni feriali immediatamente consecutivi la seconda tornata (commi 14 e 15 dell’art.3 del Regolamento elettorale).  

 

Le condizioni affinché si debba ricorrere alla seconda o terza votazione sono state esplicitate nella delibera di indizione delle elezioni n. 15/2016 già inviata o consultabile sul nostro sito. Concluse le operazioni di voto, il presidente del seggio dichiarerà chiusa la votazione.

 

Alle ore 9.00 del giorno successivo, il presidente del seggio, assistito da due scrutatori, procederà allo scrutinio. Ciascuna votazione, ove non si dovesse raggiungere il quorum (esclusa ovviamente l’ultima), non concorre a formare il quorum della votazione successiva. Il raggiungimento o meno del quorum verrà reso pubblico sul sito dell’Ordine all’indirizzo http://www.architettifermo.it/  Per le dimensioni del nostro Ordine si dovranno scegliere 9 componenti del nuovo Consiglio, 8 appartenenti alla Sezione A ed 1 appartenente alla Sezione B.

 

I consiglieri restano in carica quattro anni a partire dalla data della proclamazione dei risultati e non possono essere eletti per più di due volte consecutive. L'elettore ritira la scheda elettorale, che prevede un numero di righe pari a quello dei consiglieri da eleggere. L'elettore vota in segreto, scrivendo sulle righe della scheda il nome ed il cognome del candidato o dei candidati per i quali intende votare tra coloro che si sono candidati, ai sensi del comma 12 del Regolamento elettorale.

 

E’ consentito votare un numero di candidati inferiore a quello del numero dei consiglieri da eleggere. Se invece la scheda compilata dall’elettore contiene un numero di nominativi maggiore di quello dei consiglieri da eleggere, il Regolamento prevede che si debbano prendere in considerazione solo quelli che rientrano nel numero dei posti disponibili (art. 3, comma 11 del Regolamento elettorale).

 

Si noti che il regolamento non sanziona con l’invalidità della scheda l’indicazione di più nominativi di quelli richiesti, ritenendoli come non apposti. Nella stessa prospettiva, dovrebbe pertanto essere valutata l’indicazione di iscritti non candidati ovvero di non appartenenti all’Albo. Si ritiene che la scheda possa essere considerata  valida anche con  uno o più nominativi scelti tra i non candidati; ovviamente i voti dati ai non candidati sono da considerare voti nulli nel caso in cui si siano candidati un numero di iscritti superiore ai consiglieri da eleggere.

 

Si precisa, ancora, che il Regolamento dispone che ogni elettore, a qualunque sezione dell’Albo appartenga, può esprimere il proprio voto per eleggere sia i candidati della sezione A sia quelli della sezione B.

 

È escluso per le elezioni degli Ordini provinciali il voto per corrispondenza.  

 

Si ricorda che ai fini della validità della votazione si computano le schede deposte nelle urne nel periodo di apertura dei seggi elettorali; nella ipotesi di mancato raggiungimento del quorum in prima votazione si prosegue il giorno successivo con la seconda votazione e, in mancanza ancora del quorum, con la terza e ultima votazione, dove l’elezione è valida qualsiasi sia il numero dei votanti.

 

Ricordiamo, infine, che per poter partecipare alle elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine è necessario essere in regola con il pagamento della quota annuale di iscrizione.

 

 I colleghi che hanno presentato la propria candidatura per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine per il quadriennio 2016/2020, secondo quanto stabilito dall’art. 3 comma 12 del D.P.R. n. 169 dell’8 luglio 2005 recante il “Regolamento per il riordino del sistema elettorale e della composizione degli organi degli ordini professionali” sono i seguenti, elencati per ordine alfabetico:  n° iscriz. Sezione “A” Cognome e nome del candidato Data di nascita Soprannome (eventuale)

 

47 Coscia Andrea 03/09/1956

 

278 Maiolatesi Alessia 19/08/1980

 

231 Mazzaferro Massimo 02/05/1974

 

106 Nisi Maurizio 08/06/1965

 

345 Renzi Melissa 27/06/1987

 

172 Ripani Giovanni 21/10/1970

 

40 Romanella Lorenzo 07/05/1956

 

320 Screpanti Daniel 05/03/1984

 

315 Turtù Roberto 14/04/1979

 

Sezione “B” Cognome e nome del candidato Data di nascita Soprannome (eventuale) - -

 

Risulteranno eletti, per ciascuna sezione, coloro che hanno riportato il maggior numero di voti. In caso di parità è preferito il candidato che abbia maggiore anzianità di iscrizione all'Albo e, tra coloro che abbiano uguale anzianità, il maggiore di età.

 

 

 

In allegato