PRESIDENZA ORDINE ARCHITETTI PPC FERMO & ORDINE INGEGNERI FERMO

08/01/2016

Oggetto: INDAGINE DI MERCATO AI SENSI DELL'ART. 267, COMMA 7, DEL D.P.R. 207/2010 PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE DI PROGETTAZIONE DEFINITIVA DELL’INTERVENTO DI DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE DELLA SCUOLA PER L’INFANZIA MARTINELLI. ISTANZA DIRIESAME IN AUTOTUTELA 

 

Con riferimento alla INDAGINE DI MERCATO AI SENSI DELL'ART. 267, COMMA 7, DEL D.P.R. 207/2010 PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE DI PROGETTAZIONE DEFINITIVA DELL’INTERVENTO DI DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE DELLA SCUOLA PER L’INFANZIA MARTINELLI, pubblicato sul sito internet del Comune di Sant’Elpidio a Mare con data 31.12.2015, l’Ordine degli Ingegneri di Fermo, l’Ordine degli Architetti di Fermo nonché le Federazioni degli Ingegneri e degli Architetti delle Marche hanno ricevuto segnalazioni dai propri iscritti riguardanti alcuni profili problematici e di eventuale illegittimità che si riportano di seguito all’attenzione delle SS.LL.

 

Si evidenzia prima di tutto che una manifestazione di interesse DELL'ART. 267, COMMA 7, DEL D.P.R. 207/2010 debba essere pubblicata per almeno 15 giorni nel vostro sito. Inoltre le modalità di redazione dell’avviso non sono pienamente conformi alla Determina ANAC n°4 del 25.02.2015, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.61 del 14 marzo 2015, avente ad oggetto Linee guida per l’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria ove si illustrano le modalità di applicazione dell’art.267 del DPR 207/2010, in particolare nel caso di affidamento per importi inferiori a 100.000 euro.

 

Nella medesima determinazione ANAC si sottolinea inoltre l’obbligo per le stazioni appaltanti di determinare i corrispettivi per i servizi di ingegneria e architettura applicando rigorosamente le aliquote di cui al D.M. 143/2013; tale determinazione deve risultare da un quadro analitico delle prestazioni da affidare e dei corrispettivi da porre a base di gara. Nell’avviso non sono indicati le classi e categorie dei lavori da progettare e le fasce di importo in cui si intende suddividere l’elenco considerato l’importo presunto dei lavori, non si conosce l’ammontare esatto ovvero il calcolo redatto ai sensi del D.M. 143/2013 del compenso professionale. Quanto sopra anche ai fini della qualificazione dei partecipanti, tenendo conto che“le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare”. Tra i requisiti inoltre si chiede di aver realizzato negli ultimi cinque esercizi un fatturato annuo non inferiore a €100.000,00 criterio non rilevabile nell’art.267 c.7.

 

Infine trattandosi di un’opera pubblica rilevante per il Comune di Sant’Elpidio a Mare, non essendo stata invocata l’urgenza a procedere, si fa notare che avendo emesso l’avviso il 31.12.2015 con scadenza il 09.01.2016 sono stati dati solo 4 giorni lavorativi, non sufficienti a dare ampia informazione della manifestazione di interesse per un’opera Pubblica così rilevante per il territorio nè tanto meno a verificare le fasi progettuali precedenti.

 

In ogni caso i Consigli degli Ordini degli Ingegnerei e degli Architetti di Fermo, quali portatori di un interesse diffuso qualificato in relazione al procedimento in oggetto, formulano con la presente – per i motivi di legittimità sopra esposti – ISTANZA DI RIESAME IN AUTOTUTELA dell’avviso pubblico in oggetto al fine di consentire la costituzione di una lista di operatori professionisti redatta con trasparenza, nel rispetto delle vigenti normative e con le dovute tempistiche.

 

IL PRESIDENTE ORDINE DEGLI ARCHITETTI P.P.C.DELLA PROVINCIA DI FERMO: Giovanna Paci

 

IL PRESIDENTE ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI FERMO: Antonio Zamponi