"Abitare il Paese – La Cultura della Domanda – I bambini e i ragazzi per un progetto di futuro”



Nelle scorse settimane ha preso il via la seconda edizione del progetto nazionale “Abitare il Paese – La Cultura della Domanda – I bambini e i ragazzi per un progetto di futuro”.

Il territorio del Fermano sarà infatti interessato nei prossimi mesi da un'importante iniziativa, che prevede una collaborazione tra l'Ordine degli Architetti della Provincia di Fermo e l'Istituto Scolastico Comprensivo di Monte Urano, guidati dalla “Fondazione REGGIO Children – Centro Loris Malaguzzi”, centro pedagogico di fama internazionale con sede a Reggio Emilia, e dal Consiglio Nazionale degli Architetti PPC.



I ragazzi delle classi coinvolte, la 5 ^ C di Monte Urano e la 5 ^ A di Rapagnano, hanno manifestato fin da subito un notevole coinvolgimento e una grande sensibilità al tema.

Il progetto prevede infatti una riflessione partecipata sullo spazio abitato, sia nella sua valenza privata che in quella pubblica. Attraverso il dialogo e attività laboratoriali, i ragazzi coinvolti analizzeranno il contesto urbano e paesaggistico che ci circonda, come dei veri architetti, ipotizzando degli scenari possibili e futuri per il nostro territorio.



A coordinare il progetto sono due giovani architetti, Rossella Di Simone e Ludovica Medori, che hanno accolto con entusiasmo il progetto, reso possibile grazie al supporto dell'I.C. di Monte Urano, della Preside Anna Maria Isidori, delle docenti Jessica Cardinali e Romina Gattafoni e dell'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Fermo, il cui referente è l'Arch. Giovanni Ripani.



L'iniziativa culminerà con una mostra a Roma a maggio 2020, dove verranno presentati i risultati dei vari percorsi svolti in tutto il Paese, da Ragusa a Trieste, passando per la Provincia di Fermo.


Allegati:
Foto 1.JPG
Foto 4.jpg